Non dobbiamo andare a farci ammazzare da stupidi
Non dobbiamo andare a farci ammazzare da stupidi
Non dobbiamo andare a farci ammazzare da stupidi
Non dobbiamo andare a farci ammazzare da stupidi

(foto di Rebeka Bernetic)

Video installazione con performance dal vivo

Non dobbiamo andare a farci ammazzare da stupidi
per un nuovo memoriale dei caduti della Grande Guerra

Ex Ferramenta Krainer, Gorizia, 3 giugno 2015
durata: 20′

progetto e video-installazione: Elisa Seravalli
musiche originali: Lorenzo Esposito Fornasari

Per la performance live:
Lorenzo E. Fornasari: voce, electronics
Paolo Raineri: tromba

Alla fine degli anni Trenta, il fascismo decide di intervenire in maniera radicale nella gestione della memoria della Grande guerra e dei caduti, manipolandola per i propri fini autocelebrativi e belligeranti, smantellando monumenti e cimiteri preesistenti – considerati spesso troppo pietistici, troppo poco glorificanti – e fissandola in grandi architetture identitarie di massa, dal forte impatto.

In occasione di In\Visible Cities, Elisa Seravalli elabora una nuova idea di Memoriale, che dia voce alle istanze dei singoli, di coloro che finora non sono stati inseriti nel novero dei “caduti” e in cui possa, finalmente, trovare spazio anche il ricordo dei morti per “mano amica”. Restituire il ricordo di coloro che furono considerati colpevoli di atti di insubordinazione e diserzione, e condannati a esecuzioni sommarie e decimazioni.
Un memoriale audiovisivo su cui non compare più quel “PRESENTE”, assoluto e incondizionato, messo in bocca, forzatamente, a decine di migliaia di soldati morti, ma un logo della memoria che ne giustifichi l’assenza: dal logoramento della vita di trincea, alle licenze più volte negate; dall’arroganza dei giovani ufficiali, alla disciplina durissima; dal pensiero della famiglia in difficoltà, alla proposta di una soluzione alternativa ad una missione suicida.

 

Ringraziamenti

Toni Zogno e Associazione Culturale Giorgio Ferigo
Luca Meneghesso
Francesca Turchetto

Non dobbiamo andare a farci ammazzare da stupidi

  • Categories →
  • installazioni multimediali
  • videoproiezioni architetturali
 
 
Back to top